Termografia Nautica

 

Nel settore navale l’infrarosso (IR) è vantaggioso per coadiuvare attività di manutenzione e verifica
delle componenti fondamentali delle imbarcazioni.
Difatti la termografia in questo settore può aiutare d individuare la presenza di anomalie, surriscaldamenti
difetti, aree umide, fratture e delaminazioni causati dall’usura delle barche, navi etc.
E’utile infatti per effettuare un controllo non distruttivo dell’elemento ispezionato
monitorando contemporaneamente ampie zone di superficie, ottenendo così una completa mappa termica dello scafo,
che consente esplorazioni più circoscritte sui punti sospetti.

Principali campi di impiego:

• Identificazione di difetti strutturali quali delaminazioni e fratture degli scafi in vetroresina e in legno.
• Rilevazione delle aree di umidità e delle infiltrazioni di acqua (osmosi).
• Controllo di distacchi e conseguenti infiltrazioni di acqua del rivestimento di coperta.
• Verifica degli impianti elettrici.
• Verifica delle zone sigillate non correttamente
• Preventivare eventuali riparazioni in carena
• Monitoraggio e controllo dei sistemi di riscaldamento e di condizionamento di bordo

Per le imbarcazioni bisogna considerare sempre che i materiali compositi in vetroresina molto spesso, vengono esposti a sollecitazioni ambientali e climatiche quali la luce del sole, variazioni di temperatura, umidità, acqua, escursioni termiche, cicli ambientali, presenza di sali che incidono notevolmente sull’integrità della barca.
Risulta evidente quindi che prima dell’acquisto di un’imbarcazione usata è vantaggioso procedere con una perizia termografica, naturalmente fuori dall’acqua, per poter rilevare in tempo eventuali criticità non rilevabili sempre dall’occhio umano (soprattutto per quanto concerne la carena).